Abbiamo raccolto alcune delle bufale più comuni che circolano sul Covid-19 in Italia. Per farlo abbiamo consultato alcune delle più popolari e affidabili fonti di debunking, ovvero quei siti e quei giornalisti che si occupano specificamente di arrestare la diffusione di notizie false e di verificare l’affidabilità delle affermazioni più sensazionali che circolano in rete. Questo non può essere considerato un elenco esaustivo, dal momento che nuove bufale vengono diffuse quasi ogni giorno e che anche le informazioni corrette vengono spesso condivise in modo parziale o distorto. Per difenderti dalla disinformazione sulla diffusione del Covid-19 in Italia, ti invitiamo a consultare, stampare e diffondere il nostro vademecum.

Ecco le bufale più diffuse sul contagio da Covid-19 in Italia

La vitamina C contro il Covid-19

covid-19 in italia vitamina c

Si tratta di una bufala che ha avuto una grandissima diffusione a partire dal 10 marzo 2020 e che circola in forma di audio anonimo su Whatsapp. Nel file in questiona, una sedicente e non meglio precisata “operatrice sanitaria” sembra dare indicazioni, ricevute da ospedali milanesi, sull’efficacia della vitamina C come cura “efficacissima” per il Covid-19. Tutte le strutture sanitarie citate nel messaggio hanno smentito categoricamente la notizia, che non ha alcun fondamento scientifico.

Fonte: https://www.bufale.net/compressa-da-1-grammo-di-cebion-vitamina-c-contro-il-coronavirus-altra-bufala-whatsapp/

https://www.butac.it/vitamina-c-d-e-coronavirus/

Il vaccino australiano acquistato dalla Svizzera

covid-19 in italia vaccino

In alcune delle zone più colpite dal Covid-19 in Italia sta girando un volantino che riporta una pericolosa bufala riguardante un presunto vaccino inventato in Australia. Naturalmente si tratta di una bufala, messa in giro solo per prendere in giro e generare il caos fra i cittadini spaventati. Non esiste alcun vaccino contro il Covid-19 e non è ragionevole pensare che ne verrà reso disponibile uno prima di 12-18 mesi come minimo.

Fonte: https://www.butac.it/il-vaccino-per-il-coronavirus-creato-in-australia/

Trattenere il respiro, bere acqua e altri consigli per non ammalarsi

covid-19 in italia acqua

Fin dall’inizio dell’emergenza Covid-19 in Italia, circolano numerose liste di presunti consigli per non ammalarsi o per auto-diagnosticarsi il virus. Tali consigli vanno dal trattenere il respiro per 10 secondi al bere acqua (calda o fredda, a seconda del messaggio) o succo di limone per “uccidere” il virus. Naturalmente nessuno di questi consigli ha alcun fondamento scientifico. Questo tipo di bufale sono particolarmente pericolose, poiché potrebbero spingere gli utenti più ingenui a credere di proteggersi seguendo le indicazioni contenute in questi messaggi e quindi a ignorare le disposizioni della protezione civile, della comunità scientifica e dell’OMS, che invece sono, al momento, la nostra unica difesa contro il Coronavirus.

Fonte: https://www.butac.it/covid-19-e-falsi-consigli-per-non-ammalarsi/ https://www.bufale.net/la-bufala-della-ricercatrice-cinese-della-facolta-di-scienze-mediche-e-la-verita-sul-coronavirus/

Ci nascondono qualcosa!

teorie del complotto

Le teorie del complotto sono una tentazione irresistibile per i diffusori di bufale e le situazioni di paura, incertezza ed emergenza si rivelano sempre il terreno ideale per diffondere tali teorie. Il mondo reale, però, non è un film di fantascienza o una serie tv: le istituzioni che ci governano e soprattutto la comunità scientifica hanno l’obbligo di seguire regole assai rigide quando si tratta di diffondere informazioni presso il pubblico. Queste regole valgono sempre, tanto nella normale quotidianità quanto durante un’emergenza come quella legata al Covid-19. Per questo motivo, le teorie del complotto non vanno mai prese sul serio.

Fonte: https://dottoremaeveroche.it/sul-coronavirus-sars-cov-2-ci-stanno-nascondendo-qualcosa/

Share This